Privacy Policy

Erio Carnevali – Quello che la notte nasconde al giorno

La notte e i suoi misteri

Il maestro Erio Carnevali presenta una serie di lavori legati al tema della notte. Una sfida che l’artista ha voluto affrontare per avvicinarsi alla realtà più intima dell’uomo tramite il linguaggio dell’arte.

Carnevali ci lascia allora immergere con lui nel buio realizzato su una tela o sui diversi materiali che utilizza. L’artista, d’altra parte, pone in discussione l’osservatore e l’atto stesso di osservare, poiché ‘osservare’ la notte porta con sé una implicazione estetica, psicologica, infine etica, che trascende la normalità cui siamo abituati. Chi osserva queste opere si sente chiamato a fare uno sforzo ideale per leggere i segni della notte, quelli che l’artista ha colto per noi.
Dipingere la notte è la sfida che Erio Carnevali ha voluto affrontare con questi suoi ultimi lavori. L’Istituto Italiano di Cultura di Colonia ha esposto da marzo a maggio le sue nuove opere invitando il pubblico a goderne l’effetto estetico, ma anche a riflettere sui suoi significati reconditi.

Erio Carnevali

Erio Carnevali nasce a Modena. Inizia la sua carriera pittorica nei primi anni Settanta, occupandosi al tempo stesso di comunicazione aziendale, editoria d’arte per ragazzi, scenografie per il teatro, il cinema e la televisione. Esperienze eterogenee, che rivelano la personalità curiosa e colta dell’artista.
Attivo nel design con importanti gruppi industriali, collabora con architetti come Paolo Portoghesi, con scrittori e poeti come Giuseppe Pederiali, Waldo Leywa e Erri De Luca e cantautori e musicisti come Paolo Conte e Vinicio Capossela.
Attualmente vive e lavora fra Italia, Germania, Francia, Belgio e Stati Uniti. Le molteplici e importanti personali a lui dedicate, in Italia, Europa e nelle Americhe, gli hanno valso una vasta presenza nelle collezioni pubbliche e private in tutto il mondo ed una importante ed estesa bibliografia.
Sue opere e riferimenti a lui dedicati sono visibili sul sito ufficiale: www.eriocarnevali.com

Info: 0544 591715
e-mail: [email protected]

Il programma della Galleria

Galleria FaroArte su Facebook

Federico Zanzi – The Human’s Tragedy

The Human’s Tragedy

“The Human’s Tragedy” è un percorso antologico sul lavoro dell’artista Federico Zanzi che raccoglie circa quaranta opere pittoriche, che proseguono un percorso di ricerca sul senso dell’esistere. In gran parte persone ritratte di un universo familiare con tanto di nome e cognome, spesso defunte, che sembrano portare i segni di offese interiori che, forse per acutezza della sensibilità, si sono manifestate, per via di progressive somatizzazioni, con deformazioni ed evidenti alterazioni fisiche che i suoi soggetti sopportano con una naturale e quasi animale dignità, con una innocenza allo stesso tempo nobile e contadina.
E’ l’artista stesso, in alcuni scritti, a farci presente che i suoi riferimenti vanno, e sono andati, a un mondo familiare di una provincia agricola fatto di personaggi amati, di ambienti odorosi, di semplicità ormai trascorse. Un mondo, inoltre, in cui la fatica del vivere era accettata come condizione per l’esistenza.

Federico Zanzi

Federico Zanzi è nato a Faenza nel 1978. Vincitore del 57° Premio Internazionale di pittura Marina di Ravenna, dal 2005 è presente in diverse esposizioni personali e collettive.
Tra le più recenti ricordiamo: Catarsi e palingenesi di una forma, Antiche Pescherie della Rocca, Lugo di Romagna, 2013; Biennale del Disegno Rimini, Museo della Città, Rimini, 2014; Quell’immagine da tenere infilata nel vetro della credenza, Mar, Ravenna, 2014; La bellezza della nostalgia, MLB Home Gallery, Ferrara, 2014; Imago Mundi, Fondazione Cini, Venezia, 2015; Volti, Palazzo Sersanti, Imola, 2016; A voi che mi proteggete, Museo Civico San Rocco, Fusignano, 2016-2017; La società dello spettacolo, Centro Culturale Mercato di Argenta, Argenta, 2017.

La mostra inaugura sabato 19 maggio alle ore 18:00 e sarà visitabile fino al 10 giugno presso la Galleria FaroArte di Marina di Ravenna – Piazza Marinai d’Italia 20 nei seguenti giorni e orari:
venerdì, sabato e domenica: 17:30 – 19:30

Info: 0544 591715
e-mail: [email protected]

Il programma della Galleria

Galleria FaroArte su Facebook