Privacy Policy

Teatro Musica – XXXVI edizione

La rassegna Teatro Musica è giunta quest’anno alla XXXVI edizione. Si tratta di un grandissimo ritorno, nella prestigiosissima cornice del Teatro Alighieri di Ravenna. Siamo davvero emozionati ad annunciare che abbonamenti e biglietti saranno in vendita  presso la biglietteria del Teatro Alighieri.

L’omaggio della Capit a Dante Alighieri

Si parte con la nuova produzione Capit, Ignavi, che esordirà il 18 dicembre 2021 quale contributo alle celebrazioni del VII centenario della morte di Dante Alighieri.
Il sommo Poeta additò quella categoria di anime tristi che non agiscono mai né per il bene né per il
male, sottraendosi alle responsabilità e conformandosi alla massa. Nevio Spadoni farà risuonare un messaggio culturale e civico di pregnante attualità, attraverso una sapiente contaminazione di lingua italiana e dialetto ravennate. La regia è curata da Alessandro Braga.

La grande musica viennese

La programmazione prosegue con Sul bel Danubio blu. La compagnia InScena diretta da Corrado Abbati propone una commedia musicale, sulle note immortali di Johann Strauss, che sanno ancora stupire e riportarci ad un’epoca di grande fermento per l’Europa.

L’Italia del Boom

La rassegna si concluderà il 9 marzo 2022. In scena lo spettacolo Studio Uno, l’Italia bella, per la regia di Alessandro Brachetti. La Compagnia Teatro Musica Novecento ci guiderà in un viaggio nel tempo, verso uno dei momenti di più grande ottimismo che il nostro paese abbia vissuto.

Il programma

La rassegna è promossa in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e il sostegno della Banca di Credito Cooperativo ravennate forlivese e imolese.

Dante e Francesco – Musica e Spirito

Musica, arte, immagini e cultura. Sono queste le parole chiave su cui poggia ogni evento organizzato dalla Cappella Musicale della Basilica di San Francesco. Un mondo creato apposta per portare letteratura e religiosità in una formula adatta a rivolgersi ad un pubblico ampio. In maniera inclusiva e coinvolgente, gli eventi vengono studiati, progettati e proposti per far appassionare gli spettatori ad un universo che, forse, immaginavano più distante.

Ecco che, anche questa volta, prende vita un contesto in cui le forme artistiche si uniscono per un nuovo appuntamento. Protagonisti: musicisti e letterati di grande rilievo.

Dante e Francesco. Dalla selva oscura alla luce

Si tratta di un’ Oratorio-Opera organizzato in collaborazione con il Comune di Ravenna Assessorato alla Cultura che si terrà domenica 21 novembre alle ore 20:45 all’interno della Basilica stessa.

Le musiche sono state composte da Aurelio Samorì, tra i più accreditati nomi dell’orizzonte musicale nazionale ed estero, mentre i testi sono del ravennate Nevio Spadoni, noto e apprezzatissimo poeta, commediografo, scrittore. Il Coro e l’Orchestra della Cappella Musicale di San Francesco, il coro Jubilate di Faenza e i solisti, il baritono Davide Bartolucci, il tenore Patrizio Saudelli e il soprano Felicia Bongiovanni, saranno diretti dal Maestro Piero Monti, direttore del Coro dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma. A corredare la scena saranno proiettate le immagini raffiguranti le opere di Roberto Pagnani, con un video realizzato con Alessandro Tedde (Antropotopia).

Le personalità che hanno tracciato la storia dell’intera cultura occidentale (e non solo) prendono vita nuova grazie alla musica in una proposta unica per dare voce ad un immenso patrimonio culturale e renderlo fruibile in una forma innovativa.

Musica e Spirito

Lo stesso spettacolo verrà poi replicato domenica 28 novembre a Faenza.