Privacy Policy

Mauro Antonellini e Rossano Novelli – Capit Incontra

Americani a Porto Corsini nella Grande Guerra

Mercoledì 18 luglio, alle ore 21, nuovo appuntamento con Capit Incontra, presso la Sala Aditorium G. Di Stefano (Centro Civico) di Marina di Ravenna. Mauro Antonellini e Rossano Novelli presenteranno il volume Americani a Porto Corsini nella Grande Guerra (Edizioni Capit Ravenna).

I due autori ci raccontano la presenza della Marina statunitense nel nostro territorio negli ultimi mesi della prima guerra mondiale.

Vi invitiamo a cogliere l’occasione per visitare la mostra Over the Rainbow, presso la Galleria FaroArte. L’evento e la mostra sono inseriti all’interno del progetto Farewell to Ravenna, che celebra il centenario dei fatti descritti nel libro.

La serata è a cura dell’Associazione 1918: Americani a Porto Corsini. Conduce Paolo Cavassini.

Capit Incontra

Guardare oltre – Dal 1980 al 1990

Dieci anni di ricerca artistica a Bologna

guardare oltre

La mostra vuole ripercorre il decennio dal 1980 al 1990 per analizzare le molteplici e ricche esperienze artistiche che hanno portato Bologna all’attenzione nazionale. 
Alcuni fondamentali fattori sono stati alla base di questo successo: Arte Fiera, nata nei precedenti anni settanta, già consolida e in grado di fare da sponda alle espressioni più innovative che si sono sviluppate nei luoghi cittadini deputati, come il DAMS o l’Accademia di Belle Arti, attraverso il lavoro di giovani artisti e di maestri ancor più giovani. Nuove gallerie, che si sono fatte promotrici di linguaggi alternativi e di originali modalità espositive, che nulla avevano da invidiare a quanto stava accadendo in altri paesi. E infine grandi mostre che hanno fatto storia (una citazione per tutte, “AnniOttanta”) e che sono state capaci di portare lo sguardo dell’arte contemporanea internazionale sul capoluogo emiliano.
L’esposizione, attraverso le opere selezionate di una cinquantina di artisti operanti a Bologna nel decennio considerato, documenta e rappresenta il clima unico ed irripetibile di quegli anni, gli esempi di pluralità espressive, le tensioni e la creatività che sapevano coniugare arte, musica, spettacolo e performance.

Sandro Malossini

si occupa di arte moderna e contemporanea dalla  metà degli anni settanta, prima come giornalista pubblicista per diverse testate nazionali,  poi come gallerista.
Dalla seconda metà degli anni ottanta si focalizza sull’organizzazione di mostre a carattere monografico e storico-tematico.
Negli ultimi anni collabora con l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna per realizzare una collezione d’arte contemporanea dedicata agli artisti emiliano romagnoli; per la stessa istituzione cura le mostre di arte contemporanea.
Recenti collaborazioni lo hanno visto impegnato con la Fondazione Tito Balestra di Longiano e con la Galleria d’arte contemporanea MuVi di Viadana. Ha al suo attivo più di duecento mostre promosse ed organizzate in spazi pubblici e privati. E’ inoltre consulente artistico per le attività espositive del Teatro Duse di Bologna.