Privacy Policy

Grazia Deledda in esalettura – Capit Incontra

Mercoledì 19 giugno prenderà il via l’undicesima edizione di Capit Incontra. La rassegna culturale, che animerà i mercoledì sera estivi, prevede ben nove incontri. Si comincia con la serata dedicata a Grazia Deledda (1871-1936). La grande scrittrice del Novecento è stata la prima, e finora unica, donna italiana ad aver vinto il Premio Nobel per la letteratura.

Sarda, per la precisione nuorese, la Deledda ebbe un forte legame con la Romagna, che riecheggia anche nelle sue opere. Ottenne infatti la cittadinanza onoraria di Cervia,  dove per anni trascorse le estati.

L’incontro è a cura del gruppo culturale Amici del Pettirosso, in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi di Nuoro.
La rassegna è organizzata da Capit Ravenna, in collaborazione con la Pro Loco di Marina di Ravenna. Si avvale del prezioso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio e del Patrocinio di Comune e Provincia di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna.

L’appuntamento è per mercoledì 19 giugno, alle ore 21, presso l’Auditorium G. Di Stefano di Piazzale Marinai d’Italia, 21 Marina di Ravenna. L’ingresso è libero.

Capit Incontra 2019

Concerto per Roberto – Cappella Musicale

Sabato 15 giugno appuntamento con la musica classica alla Basilica di San Rocco, a Ravenna. I solisti, il coro e l’orchestra della Cappella Musicale della Basilica di San Francesco di Ravenna si esibiranno per il quinto concerto in memoria di Roberto Felloni.
Alle 20.45 la Basilica di San Rocco risuonerà delle note di Bach, Haendel, Vivaldi, Telemann e del francese Rameau per un’ora di ascolto emozionante.

La signora Franca Frazzoni, la madre di Roberto,” – sono le parole di Giuliano Amadei – “da cinque anni organizza un concerto in memoria del figlio, scomparso dopo aver lottato contro una malattia. Il programma, scelto dalla stessa Sig.ra Frazzoni, è perfettamente adeguato a commemorare la memoria di Roberto e l’intero gruppo della Cappella Musicale si è preparato con grande partecipazione e al completo: solisti, coro e orchestra, con l’inserimento di trombe e timpani, presenteranno una serie di brani che appartengono alla nostra storia artistica. Un percorso musicale, tutto barocco, per ricordare con affetto Roberto ed essere accanto a sua madre.”

Ingresso libero

[email protected]

Facebook