Privacy Policy

Premiazione del concorso di poesia Giordano Mazzavillani

Sabato 26 settembre, alle ore 17, si svolgerà la premiazione dei vincitori del Concorso nazionale biennale di poesia nei dialetti d’Italia “Giordano Mazzavillani, Poeta di Ravenna”. L’evento avrà luogo a Ravenna, nello storico Palazzo Rasponi dalle Teste, in piazza Kennedy.

La storia del concorso “Giordano Mazzavillani”

La storia del concorso inizia nel 1983, quando venne istituito per la prima
volta, con decorrenza biennale, interrompendosi nel 1987 al termine della terza
edizione. Dedicato al poeta in dialetto ravegnano Giordano Mazzavillani (1911 –
1976), nelle passate edizioni il concorso si svolse presso il Teatro Alighieri di Ravenna, sede delle cerimonie di premiazione. Il grande riscontro di pubblico si ebbe anche grazie anche alla qualità della giuria, composta, tra gli altri, da Sergio Zavoli, Don Francesco Fuschini, Tino Dalla Valle, Massimo Stanghellini Perilli, Umberto Foschi, Benigno Zaccagnini, Riccardo Muti, Giovanna Bosi Maramotti, Piero Longanesi.

La nuova veste

Nel riproporlo per il biennio 2019-2020, si è voluto estendere il concorso non soltanto ai dialetti della Romagna, ma a quelli di tutta Italia. La giuria attuale, che ha quale madrina Maria Cristina Mazzavillani Muti, è costituita da Nevio Spadoni (presidente), Manuel Cohen (critico letterario e poeta), Gianfranco Miro Gori (poeta e saggista), Gianfranco Lauretano (poeta e critico letterario), Cristina Ghirardini (studiosa della lingua e delle tradizioni locali) ed Elio Pezzi (poeta e giornalista), con funzione di segretario.

Gli autori hanno partecipato al concorso con lavori editi, o con raccolte inedite.
Alla scadenza del 31 dicembre 2019, sono pervenute 15 pubblicazioni partecipanti alla sezione “Libro di poesia edita” e 132 testi partecipanti alla sezione “Silloge di tre poesie inedite”.
Libri e sillogi sono state consegnate ai singoli componenti della Giuria per la
lettura e valutazione, poiché, a causa della pandemia in atto, gli incontri previsti sono stati annullati. I giurati hanno svolto individualmente il loro compito, socializzando la loro prima valutazione il 10 aprile 2020 e la seconda il successivo 6 maggio 2020. Hanno così individuato otto finalisti nella sezione “edita” e sette finalisti in quella “inedita”.

La valutazione finale

La giuria, dopo un nuovo esame degli elaborati, si è riunita il 19 giugno 2020 per il definitivo confronto delle opere pervenute. Rilevata l’alta qualità delle poesie ed il buon numero di partecipanti, residenti in tutte le regioni italiani ad esclusione della Valle d’Aosta, ha decretato all’unanimità i nomi dei vincitori. Nel rispetto del Regolamento, i loro nominativi saranno comunicati pubblicamente in occasione della cerimonia di premiazione.
In questa sede, possiamo anticipare che nella sezione “Libri di poesia edita”, la giuria ha assegnato il primo premio ex aequo a due autori, segnalandone altrettanti. Per quanto riguarda la sezione “Silloge di tre poesie inedite”, è stato individuato un vincitore, oltre a due autori segnalati.

La premiazione

La premiazione si svolgerà sabato 26 settembre alle ore 18, presso Palazzo Rasponi dalle Teste (piazza J. F. Kennedy, 12 Ravenna). Saranno presenti la giuria e Maria Cristina Mazzavillani Muti, madrina della manifestazione.
L’ingresso è libero, ma sarà soggetto alle limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria in atto. 

Eraldo Baldini e Giuseppe Bellosi – Capit Incontra

Mercoledì 29 luglio, alle ore 21, Capit Incontra farà un salto nel tempo fino al medioevo. Eraldo Baldini e Giuseppe Bellosi ci guideranno sulle orme del sommo Poeta, nella sua permanenza in Romagna negli ultimi anni di vita. Per l’occasione, presenteranno il loro libro Dante in Romagna. Mito, leggende, aneddoti, tradizioni popolari e letteratura dialettale (il Ponte Vecchio).

Dante in Romagna

La presenza dell’Alighieri in Romagna si colorò di mito, soprattutto nei luoghi in cui terminò la sua opera e si conclusero i suoi giorni. Eraldo Baldini e Giuseppe Bellosi, autori del saggio, ci parleranno di Dante in Romagna e a Ravenna, luoghi di amorevole rifugio, dove la sua memoria superò gli ambiti intellettuali per divenire profonda devozione popolare e oggetto di vasto interesse.

Capit Incontra

L’incontro si svolgerà presso il Bagno Luana Beach in via Lungomare 80 in uno spazio dedicato, riparato in caso di pioggia, e sufficientemente ampio per garantire il distanziamento sociale previsto dalle norme di contrasto al Covid19. I partecipanti dovranno indossare le mascherine.