Hermann Nitsch – La Crudeltà nell’Arte

Nitsch

Dal 15 aprile al 4 giugno la Galleria FaroArte di Marina di Ravenna presenterà Hermann Nitsch. La Crudeltà nell’Arte, retrospettiva dedicata ad uno dei più controversi interpreti dell’arte internazionale dalla seconda metà del Novecento, a cura di Capit Ravenna con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

Hermann Nitsch (Vienna 1938) è il principale esponente dell’Azionismo Viennese, il movimento che intorno agli anni Sessanta rappresenta la più intensa espressione della Body Art europea. In quegli anni elabora la sua idea di Orgien Mysterien Theater (Teatro delle Orge e dei Misteri), che ha l’intento di creare un’opera d’arte totale grazie all’unione di pittura, performance e musica e che trae ispirazione dai riti dionisiaci dell’antichità e alla tradizione teatrale medievale del Teatro dei misteri, con una forte valenza liberatoria. La sua arte, fortemente influenzata da autori e artisti come Wagner, de Sade, Nietzsche, Freud e Artaud, mira a suscitare nello spettatore disgusto e ribrezzo, per innescare una controreazione di catarsi e purificazione. Tra scandali, condanne e successo mondiale, la sua produzione va avanti da più di 60 anni e viene celebrata da tre musei monografici (Mistelbach, Napoli e Çanakkale), mentre le sue opere sono presenti nei più celebri musei e gallerie del mondo, tra i quali Metropolitan, MOMA e Guggenheim di New York, Tate Modern di Londra e Nationalgalerie di Berlino.

L’evento, curato da Capit Ravenna in collaborazione con la Pro Loco di Marina di Ravenna e la Fondazione Nitsch (Vienna), con presentazione di Claudio Spadoni, si pone l’obiettivo di raccontare l’uomo e l’artista, grazie alle sue opere e alle testimonianze di coloro i quali hanno incrociato il suo cammino, che esattamente dieci anni fa lo portò proprio a visitare Marina di Ravenna in occasione della mostra a lui intitolata e organizzata presso il Park Hotel.
La mostra sarà divisa in sezioni tematiche, che racconteranno le varie sfaccettature dell’opera nitschiana sia tramite vere e proprie opere pittoriche singole provenienti da collezioni private o facenti parte del materiale d’archivio della Fondazione Nitsch concesso gentilmente dall’artista stesso, sia grazie alle straordinarie fotografie che illustrano le sue performance e agli oggetti utilizzati durante le varie Aktionen. Per mezzo della sua produzione verrà esplorata anche la parte più intima e privata dell’uomo, nell’intento di rendere accessibile l’enigma che si nasconde dietro le scioccanti performance e di familiarizzare con uno degli artisti più discussi del ‘900 europeo.

La mostra sarà inaugurata sabato 15 aprile alle ore 17,30 e sarà visitabile fino al 4 giugno presso la Galleria FaroArte di Marina di Ravenna – Piazza Marinai d’Italia 20 nei seguenti giorni e orari:
martedì, giovedì, sabato, domenica e festivi: 15.00 – 18.00
Altri giorni su appuntamento.

Info: 3474677432; 3209104102
e-mail: [email protected]
Facebook: eventoGalleria FaroArte ; Capit Romagna

www.museonitsch.org

www.nitsch.org