Privacy Policy

Gruppo Culturale Amici del Pettirosso

Era il 2016 quando, in una serata tra amici, disquisendo allegramente sulle straordinarie e peculiari caratteristiche di un pettirosso, ascoltato prima e visto poi muoversi impavido in giardino, è nata l’idea di spiccare il nostro personale volo verso orizzonti da nessuno dei nove membri fondatori mai prima immaginati.
Nasce così ufficialmente l’Associazione Culturale “Sulle Ali del Pettirosso”: in un fervere di idee, unico limite la capacità dei nostri soci di prendere il volo “Sulle Ali del Pettirosso”.
Nel 2018 siamo confluiti nella ben più strutturata Associazione “Amici della Capit” modificando la denominazione della nostra piccola realtà in “Gruppo Culturale “Amici del Pettirosso”, senza quindi abbandonare il simbolo che ci ha ispirato fin dalle origini, il Pettirosso.

proroga Concorso letterario città di ravenna 2020

Concorso letterario Città di Ravenna

Il nostro obiettivo più qualificante è stato realizzare ogni anno il concorso letterario nazionale “Città di Ravenna”, giunto nel 2020, alla quinta edizione.
Il concorso, al termine della selezione dei migliori racconti e poesie concorrenti, si concretizza con la realizzazione di una Antologia, offrendo visibilità alle opere risultate vincitrici o finaliste.
Ogni raccolta dispiega un mosaico composito di racconti brevi e di poesie in lingua italiana e dialetto.
Si tratta di autrici e autori di provenienza eterogenea e differenti per interessi, sensibilità e cifra stilistica, ma l’effetto risulta sempre tutt’altro che frammentario.

Salotti letterari

La nostra seconda attività in ordine di importanza è l’organizzazione di salotti letterari, condotti a volte direttamente da componenti del gruppo, a volte con la partecipazione di scrittori affermati.
Si citano, per il successo di partecipazione del pubblico, l’incontro su “storia e storie della famiglia Kennedy”, l’evento dedicato a Grazia Deledda caratterizzato dall’utilizzo delle tecniche di comunicazione inclusiva dei soggetti con disabilità sensoriali e infine l’incontro con la giornalista scrittrice Carla Baroncelli sul tema del femminicidio.