Privacy Policy

Tag Archives: Galleria FaroArte

Federico Zanzi – The Human’s Tragedy

The Human’s Tragedy

“The Human’s Tragedy” è un percorso antologico sul lavoro dell’artista Federico Zanzi che raccoglie circa quaranta opere pittoriche, che proseguono un percorso di ricerca sul senso dell’esistere. In gran parte persone ritratte di un universo familiare con tanto di nome e cognome, spesso defunte, che sembrano portare i segni di offese interiori che, forse per acutezza della sensibilità, si sono manifestate, per via di progressive somatizzazioni, con deformazioni ed evidenti alterazioni fisiche che i suoi soggetti sopportano con una naturale e quasi animale dignità, con una innocenza allo stesso tempo nobile e contadina.
E’ l’artista stesso, in alcuni scritti, a farci presente che i suoi riferimenti vanno, e sono andati, a un mondo familiare di una provincia agricola fatto di personaggi amati, di ambienti odorosi, di semplicità ormai trascorse. Un mondo, inoltre, in cui la fatica del vivere era accettata come condizione per l’esistenza.

Federico Zanzi

Federico Zanzi è nato a Faenza nel 1978. Vincitore del 57° Premio Internazionale di pittura Marina di Ravenna, dal 2005 è presente in diverse esposizioni personali e collettive.
Tra le più recenti ricordiamo: Catarsi e palingenesi di una forma, Antiche Pescherie della Rocca, Lugo di Romagna, 2013; Biennale del Disegno Rimini, Museo della Città, Rimini, 2014; Quell’immagine da tenere infilata nel vetro della credenza, Mar, Ravenna, 2014; La bellezza della nostalgia, MLB Home Gallery, Ferrara, 2014; Imago Mundi, Fondazione Cini, Venezia, 2015; Volti, Palazzo Sersanti, Imola, 2016; A voi che mi proteggete, Museo Civico San Rocco, Fusignano, 2016-2017; La società dello spettacolo, Centro Culturale Mercato di Argenta, Argenta, 2017.

La mostra inaugura sabato 19 maggio alle ore 18:00 e sarà visitabile fino al 10 giugno presso la Galleria FaroArte di Marina di Ravenna – Piazza Marinai d’Italia 20 nei seguenti giorni e orari:
venerdì, sabato e domenica: 17:30 – 19:30

Info: 0544 591715
e-mail: [email protected]

Il programma della Galleria

Galleria FaroArte su Facebook

Claudia Marinoni – Pianeta terra: orizzonti bianchi

Claudia Marinoni

Lo specchio dei tempi

Con un linguaggio operativo metaforico che transita, in senso biunivoco, da percettivi suggerimenti figurativi a diffuse espressioni astratte, Claudia Marinoni rammenta, con elegante raffinatezza, quel dissesto fisico-chimico, nonché ambientale ed antropico, che da anni umilia Terra e Uomo. Tale sconvolgimento, che rispecchia l’oscurità del presente, enuncia la miopia di un’età, quella attuale, che, lungi da rassicuranti affermazioni teocentriche od antropocentriche, ha distrutto le radici identitarie dell’essere umano. In una società orfana di dèi e di miti, è alla natura che occorre quindi volgere sguardo e mente, per una rinnovata verità di vita che riconduca alle primigenie radici.
L’arte di Claudia Marinoni evolve su questa linea, sull’indagine parallela concernente essere umano ed ambiente fisico e si afferma, quindi, su un “mosaico” di “tessere” espressive che si armonizzano in inscindibile unità. Le opere pittoriche, calibrate e fervide di spunti creativi, anelano sempre ad illuminanti e consapevoli mete stilistiche, per ascendere al veritiero apogeo dell’essenza.

Claudia Marinoni

Autrice di opere pittoriche di notevole valore creativo, pervase di una poetica che fonda radici in ogni aspetto della realtà espressiva, è nata a Sirmione e attualmente risiede a Ravenna. Dotata di una profonda sensibilità culturale e costantemente impegnata in campo artistico, si è dedicata alla danza classica, alla ginnastica artistica, nonché allo studio del pianoforte e del canto barocco. Ma la via eletta è stata da sempre la pittura, transitando dall’acquarello all’olio ed approdando al materico. Il nucleo fondante dell’attuale produzione pittorica rivela tematiche di intenso ed intrinseco pathos estetico, prevalentemente rivolto ad un dialogo raffinato ma incisivo su uomo e natura nella realtà attuale. Se gli studi artistico-liceali hanno registrato una prevalenza di soggetti figurativi e paesaggistici, la frequentazione di teorie filosofiche contemporanee ha condotto l’artista ad una pittura fondamentale astratta, consonante con l’affermazione visiva di sollecitazioni interiori.

Info: 0544 591715
e-mail: [email protected]

Il programma della Galleria

Galleria FaroArte su Facebook