Privacy Policy Ombre di un processo per femminicidio | Capit Romagna

Ombre di un processo per femminicidio

carla baroncelli femminicidio

Salotto Letterario 2020 – incontri autunnali

Venerdì 23 ottobre, dalle 18.00 alle 19.30, torna il Salotto Letterario del Gruppo Amici del Pettirosso. Presso il Centro Sociale Bosco Baronio di Via Antonio Meucci, 23 Ravenna si svolgerà un incontro con la giornalista Carla Baroncelli, che presenterà il volume Ombre di un processo per femminicidio.

Processo contro Matteo Cagnoni. La vittima è Giulia Ballestri, l’imputato è Matteo Cagnoni, accusato di aver ucciso, il 16 settembre 2016, la moglie e condannato in primo grado all’ergastolo per omicidio volontario con le aggravanti di crudeltà, occultamento di cadavere e premeditazione. I Ballestri e i Cagnoni, due famiglie tra le più note in città. Per la prima volta, oltre alla famiglia, si sono costituite parti civili il Comune di Ravenna, Udi, Linea Rosa, Associazione Dalla parte dei minori.

Ombre di un processo per femminicidio

Carla Baroncelli segue le trenta udienze del processo di primo grado per capire perché Giulia Ballestri è stata uccisa e per farlo legge ciò che rimane in ombra perché le parole dette, anche nelle aule di un tribunale, nascondono stereotipi e pregiudizi di genere. Le udienze del processo sono l’occasione per ragionare di violenza di genere, di educazione di genere, di molestie e maltrattamenti, di femminicidio, di patriarcato e di potere maschile sulle donne.

Salotto Letterario 2020

Informazioni e iscrizione (gratuita): c/o Capit Ravenna 0544 591715 [email protected].

Causa restrizioni previste dal particolare momento, invitiamo gli interessati a prenotare per tempo, entro e non oltre mercoledì 21 ottobre (max 80 posti).
Invieremo agli iscritti per email il modulo di AUTODICHIARAZIONE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 D.P.R. N. 445/2000. E’ necessario presentarsi all’ingresso della serata con lo stesso già compilato completamente (per chi non fosse in possesso di tale modulo, lo può ritirare e compilare all’ingresso della sala) e con la mascherina chirurgica (vietato utilizzare mascherine con filtro).
All’interno del Centro si dovranno rispettare rigorosamente le regole che Vi saranno illustrate.

Per l’iscrizione è necessaria la tessera Capit 2020.